|

Ad Majolica

Museo Diffuso delle Maioliche della Street Art
Azienda Antica Fabbrica Santoriello
Prodotto Ceramiche

Ad Majolica

Streetness, il senso della strada, ha incontrato la cultura ceramica di Vietri sul Mare, comune salernitano noto nel mondo per la produzione di ceramiche artistiche.

Gli artisti selezionati da INWARD, Jorit, Rosk, Mattia Campo Dall’Orto, Joys, Made, Verbo e Sha-One, hanno lavorato, durante una residenza artistica, nell’antica fabbrica vietrese di Vincenzo Santoriello, maestro dell’arte ceramica, noto per aver collaborato con artisti dal calibro di Ettore Sotsass, Enzo Cucchi e Miquel Barcelò, con il quale ha realizzato l’incredibile murale in ceramica della Cappella di San Pere della Cattedrale di Palma de Maiorca.

Per la prima volta nel mondo della street art è nato un prodotto unico, come solo la tradizione ceramica può restituirci, e originale perché in grado di legare un’arte antica con la contemporaneità nonché con lo stile degli artisti coinvolti nel progetto. I sette street artisti hanno dunque conosciuto le svariate tecniche di lavorazione della materia, unificando il valore storico ed artigianale delle maioliche con la manualità che sempre applicano sui muri, le tele e altre supporti.

Così è nato il ritratto di Vincenzo, che si inserisce nell’ampia produzione ritrattistica di Jorit, oppure Un amico scotchato realizzato da Rosk, tra realismo ed ironia. Asino chi Legge è il titolo dell’opera capziosa realizzata da Mattia Campo Dall’Orto, che ha scelto di polverizzare il colore azzurro sul cotto lucido richiamando i tipici schizzi delle bombolette spray o gli spruzzi di un getto d’acqua, ricordando i colori e il mare della costiera. Diversa l’interpretazione di Joys che, con Taglia e Cuci-na, ha riproposto i labirinti e le tridimensionalità tipiche della sua arte mischiandosi alle cromie mediterranee tipiche della fabbricazione vietrese, proprio come le medesime contaminazioni pensate e realizzate da Verbo con Home Street Home e Made con Tangerine Sound. Infine Sha-One, facendo propria la tecnica dello spolvero, ha lavorato con diverse variazioni di fondo per realizzare un magistrale incontro di sole tre lettere, S-H-A.

Ad Majolica – Museo Diffuso delle Maioliche della Street Art sarà presto installato sul territorio, per trasformare un prodotto eccellente anche in uno strumento di fruizione, immaginando percorsi speciali per cittadini e turisti.

Tra i partner, l’Osservatorio Culture Giovanili Ocpg dell’Osservatorio Regionale Permanente sulla Condizione Giovanile del Settore Politiche Giovanili della Regione Campania, istituito presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università degli Studi di Salerno. Il progetto è stato cofinanziato dalla Regione Campania.